NEWS

Ecco come Madsen e' diventato Mr Blonde

Francesco Curello - 25-02-2017 - Letture: 103

Ecco come Madsen e' diventato Mr Blonde

"Avevo un amico molto ricco e sognavo di diventare come lui, di guidare un auto veloce e fare il figo la notte per le strade con il mio gioiellino. Realizzai il mio sogno, o meglio comprai una bella auto anche se in quel periodo ero giovane e incosciente. Infatti, oltre ad essermi schiantato contro un muro ed aver distrutto il mio "gioiellino", finii anche in prigione.
In quella fase incasinata della mia vita, che tutto sommato mi aveva insegnato tanto, sapevo che non avrei voluto trascorrere il mio futuro in carcere o a zonzo.
Mi iscrissi in una scuola per diventare paramedico. Un mio compagno di corso era un attore – si chiamava Cip, - chissà che fine ha fatto – comunque un giorno mi chiese di accompagnarlo a un provino. A Hollywood cercavano attori di Chicago, ma io non lo sapevo. Il provino di Cip durò non più di dieci secondi e mentre stavamo per andarcene, i produttori mi fermarono. Dopo una breve chiacchierata, mi chiesero se fossi stato disposto a recitare una parte. Si tennero in contatto con me tramite l’agente di mia sorella, che in quel periodo studiava recitazione. Dopo due settimane, mia sorella chiamò e mi disse che alcune persone di Los Angeles avevano chiesto di me. Per farla breve, da Chicago finii a L.A. e trovai lavoro in una pompa di benzina a Beverly Hills come lavavetri. Avevo ventotto anni.
Quando iniziarono le riprese, chiesi al mio titolare alcuni giorni liberi e, una volta terminate, tornai a lavare i vetri.
Da quella pompa di benzina passavano a rifornirsi un sacco di attori famosissimi, con macchine fantastiche... io li guardavo a bocca aperta. Spesso lavavo i vetri dell’auto di una donna molto particolare con la quale lentamente feci amicizia. Un giorno, dopo averle confidato che avrei voluto fare l'attore, mi mise in contatto con un suo caro amico, un manager. Incontrai quell’uomo e con lui iniziai a girare i miei primi film, tra cui Thelma e Louise. Smisi di lavorare alla pompa di benzina e, finalmente, presi un bell’appartamento e una macchina tutta mia. La mia vita stava cambiando...
Nel 1991, ricevetti un copione dalla mia agenzia che mi consigliò di non prendere in considerazione il ruolo. Incuriosito, lessi comunque la parte e pensai fosse una figata, qualcosa di nuovo e diverso, molto stimolante. Ma non c’erano soldi, era un’opera prima di un regista e di conseguenza non c'era alcun tipo di garanzia. Feci di testa mia. Tarantino voleva che interpretassi Mister Blonde ma in realtà avrei voluto essere Mister Pink e scappare via con i diamanti, così feci un provino per Pink. La parte apparteneva già a Steve Buscemi. Ad ogni modo, dopo aver imparato perfettamente ogni battuta di Mister Pink, Tarantino mi disse: "Benissimo Michael sei stato davvero bravo ma tu sei Mr Blonde! O farai Blonde oppure non sarai nel film…"
Così divenni mister Blonde. Fu la svolta, la mia vita cambiò definitivamente.. Se non avessi accettato quel ruolo, probabilmente ora guiderei ambulanze!"

Michael Madsen, Mr Blonde

Articoli correlati
Nome e Cognome
Email valida
Username
Password
* Cliccando su REGISTRATI accetti le nostre regole sulla privacy
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X

Password dimenticata ? Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo i dati di accesso

Email valida
ATTENZIONE: controllare sempre la cartella spam nella casella di posta, inquanto è possibile che alcuni provider inseriscano automaticamente la mail di attivazione in questa cartella.

CHIUDI
X
Powered by: World(89)